Dematerializzazione Registri MIPAAF

Dal 1 Gennaio 2017 Dematerializzazione dei registri vitivinicoli obbligatoria.
Vuoi sapere se ti riguarda e cosa dovrai fare? Continua a leggere.
Con il Decreto Ministeriale 293 del 20 marzo 2015 si dispone il più grande cambiamento digitale per le cantine e le aziende vitivinicole degli ultimi anni.
Cosa significa? Significa che dal 1 gennaio 2017 tutte le operazioni legate alla produzione del vino (raccolta, pigiatura, imbottigliamento, commercializzazione etc) dovranno essere comunicate al SIAN in forma telematica. Questo comporta due rivoluzioni:
  • Spariranno tutti i registri cartacei
  • Le comunicazioni dovranno seguire fedelmente la progressione delle fasi di lavorazione
Il registro di cantina unico cambia in maniera sostanziale non solo il modo di comunicare il proprio lavoro con il Ministero, ma anche la struttura interna dell’azienda. L’elemento che farà superare questa fase delicata con successo sarà un’organizzazione precisa e una mappatura puntuale dei processi di lavorazione del vino. Una gestione integrata e automatica delle informazioni permetterà di fare un salto di qualità non solo per gli adempimenti normativi, ma per l'organizzazione aziendale stessa.

Chi è coinvolto nella dematerializzazione dei registri vitivinicoli?
I soggetti coinvolti sono le aziende che per attività agricola e imprenditoriale gestiscono un prodotto vitivinicolo, quindi anche gli stabilimenti che operano per conto terzi e quelli che producono o imbottigliano aceto di vino. 

Cosa devo fare per adeguarmi al decreto del Ministero?
Le aziende coinvolte nella dematerializzazione dei registri vinicoli dovranno dotarsi di un valido software gestionale per cantine e aziende vitivinicole per poter collegarsi direttamente con il SIAN e comunicare i processi di lavorazione all’IQCRF.

Quali caratteristiche deve avere un buon software per la gestione della mia cantina?
  • Quaderno di Campagna. 
Deve avere la possibilità di gestire tutti i registri di cantina: dai trattamenti fitosanitari fino alla commercializzazione del prodotto finito
  • Contabilità agraria,
Organizzare la documentazione di accompagnamento dei vini secondo la normativa (DAA vino, DAS, MVV)
  • Supporto e previsioni commerciali
​Il software per cantine ideale deve essere in grado, oltre a mantenere i registri vinicoli, di fare delle previsioni di produzione e vendita in base ai dati immessi. Deve dare il miglior supporto per sostenere le decisioni e le strategie aziendali.



 
 
 
 

Richiedi un preventivo senza impegno

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679
Leggi l'informativa completa qui
Consenso al trattamento dei dati per finalità Marketing

Esprimo il mio consenso a ricevere informazioni marketing e di aggiornamento sulle sue attività e iniziative Vecomp. I dati acquisiti saranno trattati con riservatezza, senza divulgarli a terzi né usarli per scopi diversi da quelli indicati nella Privacy policy. Il mancato conferimento del consenso non porterà alcuna conseguenza all’evasione della sua richiesta. I dati raccolti saranno trattati per la durata strettamente necessaria alla finalità del trattamento. Per ogni altra informazione si rimanda al "Disclaimer Privacy", reperibile nelle comunicazioni inviate agli Interessati (in basso a sinistra).